Un libro di narrativa per ragazzi e ragazze dai 12 anni. Una storia realistica, un romanzo di formazione in cui tutte le ragazze fuori dagli schemi potranno riconoscersi. Un libro che racconta la sindrome di Asperger dal punto di vista femminile e parla di diversità, autismo, amicizia. Sono molte le cose che non piacciono ad Agata. Non le piacciono il tè, i cuori, le parole che possono significare sia una cosa sia il suo contrario, gli autobus pieni di gente, il contatto fisico, i cani. Non le piace sentirsi diversa dalle coetanee. Non le piace sentirsi strana. Agata vorrebbe essere come le compagne di classe, ma non è come loro, non le capisce e, per quanto si sforzi, fatica a nascondere le proprie stranezze. L'unica persona con cui può essere se stessa è Paolo (per gli amici Spettro) un ragazzino strano come lei, e che come lei ama la matematica e odia la ricreazione. Le cose cominciano a cambiare quando Agata conosce Vera, la nuova vicina, una signora gentile e molto sensibile che sembra capirla molto meglio degli altri, perfino meglio di sua madre, e che la aiuterà a trovare le risposte che cerca. Età di lettura: da 12 anni.

L'inventario delle mie stranezze

€ 14,50 Prezzo regolare
€ 13,78Prezzo in saldo

Autore: Silvia Pillin
Editore: Einaudi Ragazzi
Isbn: 9788866566809
Edizione: 2021
Numero pagine: 144
Età di lettura: da 12 anni